Esami di stato 2022: calcolo del voto finale, integrazione e lode

Novità sulla prova orale dell’esame di Stato

I colloqui orali per conseguire il diploma sono iniziati martedì 28 giugno. Come stabilito nell’ordinanza 65 del 14/03/2022 il colloquio si aprirà con l’analisi di un materiale scelto dalla commissione (un testo, un documento, un problema, un progetto) che sarà sottoposto al candidato. Nel corso del colloquio il candidato sia delle scuole pubbliche e paritarie dovrà dimostrare di aver acquisito i contenuti e i metodi propri delle singole discipline e di aver maturato le competenze di Educazione civica; analizzerà poi, con una breve relazione o un lavoro multimediale, le esperienze fatte nell’ambito dei Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento.  

Come sono valutate le prove e il colloquio?

Prima, seconda prova e orale valgono in tutto fino a 50 punti.

La commissione dispone di un punteggio massimo di:

15 punti per la prova di italiano;

10 punti per la seconda prova:

25 punti per il colloquio.

Credito scolastico

Il voto dell’Esame di Stato è dato dalla somma tra i crediti assegnati per gli ultimi tre anni di scuola pubblica e paritaria e i punti maturati nel corso dell’esame. Per il corrente anno scolastico il credito scolastico è attribuito fino a un massimo di cinquanta punti, è un buon bagaglio per conseguire il diploma.

Come si attribuisce il voto finale?

Il voto finale in centesimi scaturisce dalla somma dei punteggi di:

prova scritta di italiano (max 15 punti)

seconda prova scritta (max 10 punti)

colloquio (max 25 punti)

credito scolastico (max 50 punti)

L’esame è superato con il punteggio minimo di 60/100.

Integrazione di 4 punti bonus

Fermo restando il punteggio massimo di 100/100, la sottocommissione può integrare il punteggio finale fino a un massimo di 5 punti, per i candidati che abbiano conseguito un credito scolastico di almeno 40 punti e un risultato complessivo nelle prove d’esame (scritti e colloquio) pari almeno a 40 punti. Tale integrazione deve avvenire sulla base dei criteri definiti dalla medesima sottocommissione in sede di riunione preliminare.

Attribuzione della lode

La sottocommissione può attribuire la lode ai candidati sia della scuola pubblica e privata che ottengono il punteggio massimo di 100/100 senza l’integrazione di cui sopra, a condizione che gli stessi (candidati) abbiano conseguito: il credito scolastico massimo con voto unanime del consiglio di classe e il punteggio massimo previsto alla prova d’esame.

Condividi

Per maggiori INFO

SONO NOSTRI PARTNER

Siamo qui per te!