Si torna a scuola: sport come strumento per migliorarsi. L’esempio del nuoto

Si torna a scuola: sport come strumento per migliorarsi. L’esempio del nuoto

La vita del nuotatore, tra attitudine al sacrificio ed elasticità mentale

L’esempio è quello di Maya DiRado, quattro medaglie ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro 2016 ed ora analista d’affari al McKinsey & Company.

Leggendo su di lei, impressiona che la nuotatrice, ora ritiratasi ma tra le più importanti della sua generazione, abbia anche conseguito il punteggio più alto nei test attitudinali di una delle più prestigiose università statunitensi, quella di Stanford.

Questo ci fa riflettere su come lo sport in generale ed in particolare il nuoto possano influire sui risultati degli atleti.

Dato che siamo in prossimità del nuovo scolastico ed accademico, le perplessità legate al fatto che la vita sportiva possa condizionare negativamente il percorso di vita e di crescita dei nostri figli è sicuramente alto.

A rasserenare gli animi di genitori, studenti e, perché no, docenti, c’è un lungo elenco di eccellenze sportive che hanno conseguito risultati e titoli scolastici ed universitari prestigiosi, a dimostrazione di come il connubio tra sport e studio sia un sano input per la mente.

Nelle recenti Olimpiadi, 41 atleti della spedizione italiana erano in possesso della laurea e molti di loro hanno avviato il percorso di studi per conseguirla.

Esempi di sacrificio, volontà, in un contesto diverso da quello statunitense del “college”, nel quale, in un unico contesto vengono inserite vita sociale, studio e sport, quest’ultimo spesso finanziato con borse di studi e percorsi accademici creati su misura per valorizzare le performances didattiche e sportive.

Negli ultimi anni in Italia come in gran parte del mondo, a supporto degli studenti sportivi, sono subentrate le scuole private, le scuole paritarie, gli istituti professionali che hanno consentito ai ragazzi di acquisire anche il diploma online, recuperare anni scolastici e preparare concorsi militari (tanti sport nella nostra penisola, come l’atletica leggera e le arti marziali, sono strettamente legate alle Forze dell’Ordine).

Non tutti gli sport, però, sono uguali e non tutte le discipline formano veri uomini e vere donne: in Italia, il nuoto è sicuramente uno sport elitario, nel quale si cercano e si traggono valori che l’atleta porterà con sé per sempre e che gli consentiranno di affrontare ogni percorso in maniera agevolata rispetto a chi non ha mai praticato sport.

Condividi

Per maggiori INFO

SONO NOSTRI PARTNER

Siamo qui per te!