Marina Militare: concorso straordinario 212 Volontari VFP4

Aperto un concorso straordinario per il reclutamento di 212 volontari VFP 4 nelle Forze speciali e Componenti specialistiche della Marina Militare

Aperto un concorso straordinario per il reclutamento di 212 volontari VFP 4 nelle Forze speciali e Componenti specialistiche della Marina Militare, compreso il Corpo delle capitanerie di porto.

Il bando è riservato ai volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) della Marina Militare in servizio, anche in rafferma annuale, o in congedo per fine ferma.

La domanda di partecipazione deve essere inviata entro il 12 Settembre 2021. Ecco tutte le informazioni e il bando da scaricare.

CONCORSO STRAORDINARIO VOLONTARI MARINA MILITARE

Il Ministero della Difesa – Direzione Generale per il Personale Militare ha pubblicato, quindi, un concorso straordinario, per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento di 212 volontari VFP 4 nelle Forze speciali e Componenti specialistiche della Marina Militare.

I posti a concorso sono suddivisi tra le seguenti categorie e settori d’impiego:

  • n. 206 posti nel Corpo equipaggi militari marittimi (CEMM), così distribuiti:
    – n. 95 posti per la categoria Fucilieri di marina (FCM);
    – n. 8 posti per la categoria Incursori (IN);
    – n. 8 posti per la categoria Palombari (PA);
    – n. 35 posti per la categoria marinai – settore d’impiego «Sommergibilisti»;
    – n. 60 posti per la categoria marinai – settore d’impiego «Componente aeromobili»;
  • n. 6 posti nel Corpo delle capitanerie di porto (CP), per la categoria nocchieri di porto – settore d’impiego «Componente aeromobili».

Si segnala che non è possibile partecipare al concorso, neanche presentando distinte domande, per più di una delle categorie e settori d’impiego e che, coloro che partecipano al concorso di cui al presente bando, non devono aver partecipato al distinto concorso per il reclutamento, per il 2021, di VFP 4 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 57 del 20 luglio 2021.

Rendiamo noto, inoltre, che il 10% dei posti è riservato alle seguenti categorie previste: n. 66 diplomati presso le scuole militari; assistiti dell’Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei militari di carriera dell’esercito; assistiti dell’Istituto Andrea Doria, per l’assistenza dei familiari e degli orfani del personale della Marina militare; assistiti dell’Opera nazionale figli degli aviatori; assistiti dell’Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei militari dell’Arma dei carabinieri; figli di militari deceduti in servizio.

REQUISITI

Possono partecipare al concorso volontari marina militare i candidati in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • aver compiuto il 18° anno di età e non aver superato il giorno del compimento del 30° anno di età;
  • possesso del diploma di istruzione secondaria di primo grado (ex scuola media inferiore);
  • non essere stati condannati per delitti non colposi, anche con sentenza di applicazione della pena su richiesta, a pena condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna, ovvero non essere in atto imputati in procedimenti penali per delitti non colposi;
  • aver tenuto condotta incensurabile;
  • non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego in una Pubblica Amministrazione, licenziati dal lavoro alle dipendenze di Pubbliche Amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare, oppure prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze Armate o di Polizia, a esclusione dei proscioglimenti a domanda e per inidoneità psico-fisica;
  • non essere stati sottoposti a misure di prevenzione;
  • idoneità psico-fisica e attitudinale per l’impiego nelle Forze Armate in qualità di volontario in servizio permanente, conformemente alla normativa vigente alla data di pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana;
  • non aver tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato;
  • esito negativo agli accertamenti diagnostici per l’abuso di alcool e per l’uso, anche saltuario od occasionale, di sostanze stupefacenti nonché per l’utilizzo di sostanze psicotrope a scopo non terapeutico.

Inoltre, è necessario il possesso di uno dei seguenti attestati o abilitazioni:

  • abilitazione anfibia, ove si concorra per la categoria Fucilieri di Marina (FCM);
  • attestato di frequenza del corso propedeutico incursore – fase 1 con esito favorevole, ove si concorra per categoria Incursori (IN);
  • attestato di frequenza del corso propedeutico palombaro – fase 1 con esito favorevole, ove si concorra per la categoria Palombari (PA);
  • abilitazione sommergibilista, ove si concorra per la categoria Marinai – settore d’impiego “Sommergibilisti”;
  • attestato di frequenza del corso propedeutico Componente aeromobili con esito favorevole, ove si concorra per la categoria Marinai – settore d’impiego “Componente aeromobili” o per la categoria Nocchieri di Porto – settore d’impiego “Componente aeromobili”.

PROCEDURE CONCORSUALI

L’ammissione dei volontari della marina militare sarà subordinata al superamento di una selezione articolata nelle seguenti fasi:

  • una prova di selezione a carattere culturale, logico-deduttivo e professionale;
  • l’accertamento dell’idoneità psico-fisica;
  • l’accertamento dell’idoneità attitudinale per i concorrenti provenienti dal congedo;
  • la valutazione dei titoli.

DOMANDA CONCORSO MARINA MILITARE

La domanda di partecipazione al concorso straordinario della Marina militare dovrà essere presentata attraverso l’apposita procedura online, accessibile tramite il portale web dedicato ai concorsi online del Ministero della Difesa. Per poter partecipare al concorso, i candidati dovranno accedere al proprio profilo e compilare on-line la domanda di partecipazione cliccando su ‘Marina>VFP4 Straordinario’.

Le istanze dovranno essere inviate al sistema informatico centrale entro il 12 settembre 2021.

Per l’elenco completo della documentazione utile per la candidatura si rimanda alla pagina web dedicata al concorso. Ogni altro dettaglio è specificato nel bando di selezione disponibile di seguito.

BANDO

Per maggiori informazioni, vi invitiamo a leggere attentamente il BANDO (Pdf 293 Kb) relativo al concorso straordinario 212 volontari VPF4 Marina Militare, pubblicato per estratto sulla Gazzetta Ufficiale IV Serie Speciale Concorsi ed Esami n. 64 del 13-8-2021.

ULTERIORI INFORMAZIONI

Tutte le successive comunicazioni in merito al concorso saranno pubblicate sul sito del Ministero della Difesa nella sezione ‘Concorsi online > Marina Militare’.

Arsenale Taranto: 315 assunzioni con nuovi concorsi

In arrivo nuove assunzioni in Puglia presso l’Arsenale militare marittimo di Taranto.

In arrivo nuove assunzioni in Puglia presso l’Arsenale militare marittimo di Taranto.

L’organico del sito militare tarantino sarà incrementato in vista del piano di rilancio dell’economia cittadina. Sono ben 315 posti di lavoro da coprire tramite nuovi concorsi che saranno banditi.

Ecco tutte le informazioni sul piano assunzioni Arsenale Taranto e sui prossimi bandi di concorso in uscita.

TARANTO ASSUNZIONI PRESSO L’ARSENALE MILITARE MARITTIMO

I Ministri della Difesa, Lorenzo Guerini, e della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, hanno firmato infatti un decreto interministeriale per l’avvio di nuovi concorsi pubblici per assumere nuovo personale presso la struttura tarantina. Il provvedimento fa seguito a quanto previsto dal decreto agosto 2020, che ha introdotto nuove misure a sostegno dello sviluppo e dell’occupazione dell’Arsenale di Taranto. Si tratta di un importante rafforzamento dell’organico dell’Arsenale della Marina Militare, che sarà incrementato di 315 unità. Per questo saranno pubblicati nuovi bandi di concorso rivolti a personale civile, che entrerà a far parte dell’organico della struttura.

L’iniziativa si pone in linea con il c.d. Cantiere Taranto, ossia il piano di rilancio della città pugliese promosso, lo scorso anno, dall’ex Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, per superare il momento di disagio economico che il territorio tarantino sta vivendo in conseguenza della crisi Ilva-ArcelorMittal. L’intento è quello di garantire il turnover del personale civile che lavora nella Difesa, di dare nuova vita all’ente, accrescendone la funzionalità e la compatibilità ambientale, e di sostenere la situazione occupazionale della città.

POSTI DISPONIBILI

Il decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104 ha autorizzato, nello specifico, il Ministero della Difesa ad assumere con contratto di lavoro a tempo indeterminato un contingente complessivo di 315 unità di personale non dirigenziale con profilo tecnico, per il triennio 2020-2022. Le assunzioni sono così ripartite:

  • 105 unità di Area Seconda, posizione economica F2, per l’anno 2020;
  • 105 unità di Area Seconda, posizione economica F2, per l’anno 2021;
  • 105 unità di Area Seconda, posizione economica F2, per l’anno 2022.

Tra i profili da assumere rientrano quelli di assistente tecnico per l’informatica, per i sistemi elettrici, per la cartografia e la grafica, assistente tecnici chimico – fisico, nautico, assistente tecnico per l’elettronica e per la motoristica.

CONCORSO ARSENALE DI TARANTO

Il nuovo personale sarà assunto mediante concorso pubblico. L’inserimento avverrà tramite corso-concorso selettivo speciale bandito dal Centro di formazione della difesa. Il personale assunto dovrà rimanere nella sede di Taranto almeno 5 anni.

Con ogni probabilità i nuovi concorsi Arsenale Taranto seguiranno le novità per i concorsi introdotte dalla riforma dei concorsi pubblici approvata dal Governo. Dunque le selezioni saranno veloci, digitalizzate e decentrate.

L’ARSENALE DI TARANTO

Vi ricordiamo che l’Arsenale militare marittimo di Taranto è uno dei 3 arsenali della Marina Militare, insieme a quelli di Augusta, in Sicilia, e La Spezia, in Liguria. La struttura fa parte dell’area Tecnica-Industriale del Ministero della Difesa e ha il compito di assicurare il supporto e l’efficienza delle Unità Navali, che comprende la manutenzione e la riparazione di apparati ed impianti, il controllo delle lavorazioni eseguite a bordo dall’industria privata, l’acquisto di materiali e componenti, e altre attività. L’Arsenale di Taranto si occupa anche di svolgere attività di assistenza alla Protezione Civile e interventi nelle calamità naturali, di supportare le Unità Navali delle altre Forze Armate e della Marina Mercantile, e di assistere i barotraumatizzati.

BANDO E DOMANDA

Gli interessati alle future assunzioni presso l’Arsenale di Taranto devono attendere l’uscita dei bandi di selezione, che saranno pubblicati sulla pagina dedicata ai concorsi Marina Militare, raggiungibile dal portale web www.marina.difesa.it.

Ministero Istruzione: concorso per 304 funzionari, Bando

Il Ministero dell’Istruzione ha indetto un concorso pubblico per l’assunzione di 304 funzionari in vari profili professionali.

Il Ministero dell’Istruzione ha indetto un concorso pubblico per l’assunzione di 304 funzionari in vari profili professionali.

Nello specifico, la procedura selettiva è finalizzata alla copertura a tempo indeterminato di nuovi posti di lavoro per laureati – area funzionale III – posizione economica F1.

È possibile presentare le domande di partecipazione fino al giorno 27 Agosto 2021. Ecco il bando e tutte le informazioni utili per inoltrare la propria candidatura.

CONCORSO FUNZIONARI MINISTERO DELL’ISTRUZIONE

Il Ministero dell’Istruzione ha quindi pubblicato un bando di concorso per il reclutamento di complessivi 304 funzionari così ripartiti:


  • n. 255 posti per funzionari amministrativo-giuridico-contabili (codice concorso 01);

  • n. 7 posti per funzionari socio-organizzativo-gestionali (codice concorso 02);

  • n. 7 posti per funzionari per la comunicazione e per l’informazione (codice concorso 03);

  • n. 35 posti per funzionari informatico-statistici (codice concorso 04).

Si segnala che il numero dei posti di cui sopra può essere incrementato nei limiti di 648 unità, a valere sulle risorse finanziarie disponibili.

REQUISITI GENERALI

I candidati al concorso per funzionari del Ministero dell’Istruzione dovranno possedere i requisiti generali di seguito riassunti:

  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o cittadinanza extra europea, nel caso in cui ricorrano le condizioni di cui all’art. 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;
  • età non inferiore a 18 anni;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • idoneità allo svolgimento delle mansioni relative al posto da ricoprire;
  • posizione regolare nei confronti del servizio di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo;
  • inclusione nell’elettorato politico attivo;
  • assenza provvedimenti di destituzione o dispensa dall’impiego presso una pubblica
    amministrazione per persistente insufficiente rendimento o non essere stati dichiarati decaduti per aver conseguito la nomina o l’assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati da nullità insanabile, ovvero non essere stati licenziati ai sensi della vigente normativa di legge e/o contrattuale;
  • assenza di condanne penali con sentenza passata in giudicato per reati che costituiscono un impedimento all’assunzione presso una pubblica amministrazione.

REQUISITI SPECIFICI

Per partecipare al concorso del Ministero dell’Istruzione per funzionari sarà inoltre necessario il possesso dei seguenti requisiti specifici, in base al profilo professionale per il quale si intende concorrere:


FUNZIONARI AMMINISTRATIVO-GIURIDICO-CONTABILI

– laurea triennale (L) in scienze dei servizi giuridici (L-14), scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione (L-16), scienze dell’economia e della gestione aziendale (L-18), scienze
economiche (L-33), scienze politiche e delle relazioni internazionali (L-36), scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace (L-37), sociologia (L-40);

 laurea magistrale (LM) in giurisprudenza (LMG-01), ingegneria gestionale (LM-31), scienze delle pubbliche amministrazioni (LM-63), relazioni internazionali (LM-52), scienze dell’economia (LM-56), finanza (LM-16), scienza della politica (LM-62), scienze economiche per l’ambiente e la cultura (LM-76), scienze economiche-aziendali (LM-77), scienze per la cooperazione allo sviluppo (LM-81), sociologia e ricerca sociale (LM-88), studi europei (LM-90) o corrispondenti laurea specialistica (LS) o diploma di laurea del vecchio ordinamento (DL) secondo l’equiparazione stabilita dal decreto interministeriale del 9 luglio 2009;

– titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente.

FUNZIONARI SOCIO-ORGANIZZATIVO-GESTIONALI

– laurea triennale (L) in scienze dell’economia e della gestione aziendale (L-18), scienze economiche (L-33), servizio sociale (L-39), sociologia (L-40); scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace (L-37), ingegneria industriale (L-9), Ingegneria dell’informazione (L-8);

– laurea magistrale (LM) in ingegneria gestionale (LM-31), scienze dell’economia (LM-56), finanza (LM -16), scienze economico-aziendali (LM-77), scienze per la cooperazione allo sviluppo (LM-81), servizio sociale e politiche sociali (LM-87), sociologia e ricerca sociale (LM-88), o corrispondenti laurea specialistica (LS) o diploma di Laurea del vecchio ordinamento (DL) secondo l’equiparazione stabilita dal decreto interministeriale del 9 luglio 2009;

– titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente;


FUNZIONARI PER L’INFORMAZIONE E LA COMUNICAZIONE

– laurea triennale (L) in beni culturali (L-01), filosofia (L-5), lettere (L-10), lingue e culture moderne (L-11), mediazione linguistica (L-12), scienze dei servizi giuridici (L-14), scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione (L-16), scienze dell’educazione e della formazione (L-19), scienze della comunicazione (L-20), scienze politiche e delle relazioni internazionali (L-36), servizio sociale (L-39), sociologia (L-40);

– laurea magistrale (LM) in filologia moderna (LM-14), linguistica (LM-39), archivistica e biblioteconomia (LM-5), informazione e sistemi editoriali (LM-19), lingue moderne per la
comunicazione e la cooperazione internazionale (LM-38), metodologie informatiche per le discipline umanistiche (LM-43), relazioni internazionali (LM-52), scienze dell’economia (LM-56), scienze della
comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità (LM-59), scienze della politica (LM-62), scienze delle pubbliche amministrazioni (LM-63), scienze dello spettacolo e produzione multimediale (LM-65), scienze economico-aziendali (LM-77), scienze filosofiche (LM-78), scienze per la cooperazione allo sviluppo (LM-81), scienze pedagogiche (LM-85), servizio sociale e politiche sociali (LM-87),
sociologia e ricerca sociale (LM-88), studi europei (LM-90), tecniche e metodi per la società dell’informazione (LM-91), teorie della comunicazione (LM-92), teorie e metodologie dell’e-learning e della media education (LM-93), traduzione specialistica e interpretariato (LM-94), giurisprudenza (LMG/01) o corrispondenti laurea specialistica (LS) o diploma di laurea del vecchio ordinamento (DL) secondo l’equiparazione stabilita dal decreto interministeriale del 9
luglio 2009;

– titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente;

FUNZIONARIO INFORMATICO-STATISTICO

 laurea triennale (L) in ingegneria dell’informazione (L-8), scienze dell’economia e della gestione aziendale (L-18), scienze e tecnologie fisiche (L-30), scienze e tecnologie informatiche (L-31),
scienze matematiche (L-35), statistica (L-41), scienze della difesa e della sicurezza (L/DS), Scienze criminologiche e della sicurezza (L/SC);

– laurea magistrale (LM) in finanza (LM-16), fisica (LM-17), informatica (LM-18), informazione e sistemi editoriali (LM-19), ingegneria della sicurezza (LM-26), ingegneria delle telecomunicazioni (LM-27), Ingegneria elettronica (LM-29), ingegneria gestionale (LM- 31), ingegneria informatica (LM-32), matematica (LM-40), metodologie informatiche per le discipline umanistiche (LM-43), modellistica matematico-fisica per l’ingegneria (LM-44), sicurezza informatica (LM-66), scienze statistiche (LM-82), scienze statistiche attuariali e finanziarie (LM-83), tecniche e metodi per
la societa’ dell’informazione (LM-91), scienze della difesa e della sicurezza (LM/DS01) o corrispondenti laurea specialistica (LS) o diploma di laurea del vecchio ordinamento (DL) secondo l’equiparazione stabilita dal decreto interministeriale del 9 luglio 2009;

– titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente.


Si precisa che i titoli accademici rilasciati dalle Università straniere saranno considerati utili purché riconosciuti equivalenti alle lauree suddette ai sensi dell’art. 38, comma 3 del decreto
legislativo 30 marzo 2001, n. 165 ovvero sia stata attivata la predetta procedura di equivalenza.

RISERVE

Si segnala che il 5% dei posti messi a concorso è riservato prioritariamente a favore del personale di ruolo del Ministero dell’istruzione.

Inoltre si applicano le riserve a favore dei volontari delle Forze Armate nei limiti delle rispettive complessive quote d’obbligo.

PROCEDURA DI SELEZIONE

La selezione dei 304 funzionari si espleterà mediante le seguenti fasi:

  • eventuale prova preselettiva;
  • prova scritta;
  • prova orale.

Si specifica che, in base al numero di partecipanti, le prove preselettiva e la prova scritta potranno svolgersi presso sedi decentrate, per ambito regionale o interregionale e, ove necessario, in modo non contestuale. La prova orale potrà svolgersi in videoconferenza.

PROVA PRESELETTIVA

La preselezione consisterà, per tutti i profili messi a concorso, in un test di quesiti a riposta multipla di tipo attitudinale volto a verificare la capacità logico-deduttiva, di ragionamento logico-matematico, di carattere critico-verbale e di cultura generale.

PROVA SCRITTA

La prova consisterà nella somministrazione di una serie di quesiti a risposta multipla vertenti sulle seguenti materie, specifiche per ogni profilo:

  • codice 01- funzionario amministrativo – giuridico – contabile:

– a) diritto costituzionale; b) diritto amministrativo; c) diritto civile, con particolare riferimento alle obbligazioni e ai contratti; d) diritto dell’Unione europea; e) elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la pubblica amministrazione; f) disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei pubblici dipendenti; g) elementi di diritto processuale civile e del lavoro; h) contabilità pubblica; i) organizzazione e management delle pubbliche amministrazioni; l) elementi di organizzazione del Ministero dell’istruzione e delle istituzioni scolastiche;


  • codice 02 – funzionario socio – organizzativo – gestionale:

– a) elementi di diritto costituzionale; b) elementi di diritto amministrativo; c) elementi di contabilità pubblica; d) elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la pubblica amministrazione; e) elementi di diritto del lavoro pubblico e responsabilità dei pubblici dipendenti; f) tipologie e modelli organizzativi; g) teorie manageriali, della conoscenza e dell’apprendimento organizzativo; h) teorie del cambiamento organizzativo e project management; i) pratiche di gestione organizzativa e descrizioni di ruoli, funzioni e strutture nonché degli strumenti idonei per la descrizione di modelli e processi nella pubblica amministrazione; l) elementi di organizzazione del Ministero dell’istruzione e delle istituzioni scolastiche;


  • codice 03 – funzionario per la comunicazione e per l’informazione:

– a) elementi di diritto costituzionale; b) elementi di diritto amministrativo; c) elementi di contabilità pubblica; d) elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la pubblica amministrazione; e) elementi di diritto del lavoro pubblico e responsabilità dei pubblici dipendenti; f) teoria e tecniche della comunicazione pubblica; g) comunicazione e marketing; h) normativa in
materia di protezione dei dati personali; i) normativa in materia di trasparenza, prevenzione e repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione; l) pubbliche relazioni e comunicazione: contenuti della professione e strumenti operativi; m) legislazione relativa all’attività di informazione e comunicazione pubblica; n) elementi di organizzazione del Ministero dell’istruzione e delle istituzioni scolastiche;


  • codice 04 – funzionario informatico – statistico:

–  a) elementi di diritto costituzionale; b) elementi di diritto amministrativo; c) elementi di contabilità pubblica; d) elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la pubblica amministrazione; e) elementi di diritto del lavoro pubblico e responsabilità dei pubblici dipendenti; f) elementi di organizzazione e management delle pubbliche amministrazioni; g) elementi di organizzazione del Ministero dell’istruzione e delle istituzioni scolastiche; h) norme in materia di amministrazione digitale, e-government e dematerializzazione; i) metodi di analisi, presentazione e previsione delle tendenze fondamentali individuabili in grandi flussi di dati (Big Data), con particolare riferimento agli strumenti software necessari all’elaborazione; l) metodologie e
strumenti di Project Management, con particolare riferimento alla data science; m) sicurezza dei dati, con particolare riferimento alla Data Privacy; n) semantica ed ontologie per la gestione delle
informazioni; o) Machine Learning e servizi cognitivi; p) Text Mining, Natural Language Processing; q) cenni di architetture di reti e dei sistemi di comunicazione con particolar riferimento al cloud
computing e alle connesse tematiche di sicurezza; r) analisi e progettazione di sistemi informatici con particolare riferimento a sistemi di Data Mining e Business Intelligence, sistemi web; s) tecniche e metodi di dematerializzazione e digitalizzazione dei processi di business; t) tecniche statistiche a supporto del Data Science.


PROVA ORALE

La prova orale, distinta per codice di concorso, consisterà in un colloquio interdisciplinare finalizzato ad accertare la preparazione e la capacità professionale dei candidati sulle materie delle prove scritte. Nell’ambito della prova orale si accerteranno, inoltre, la conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua inglese.

Per ogni ulteriore informazione invitiamo alla lettura del bando allegato a fine articolo.

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE

Al Ministero dell’Istruzione pertiene la funzione dell’istruzione e in parte dell’educazione delle fasce giovani del Paese, con speciale riferimento al sistema scolastico nazionale. Con il decreto-legge n. 1 del 2020 viene soppresso il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca (MIUR), con contestuale istituzione del Ministero dell’istruzione (MI) e del Ministero dell’università e della ricerca (MUR).

DOMANDA DI AMMISSIONE

La domanda di partecipazione al concorso del Ministero dell’Istruzione per funzionari dovrà essere presentata entro le ore 18.00 del giorno 27 Agosto 2021 esclusivamente con procedura telematica accessibile mediante SPID a questa pagina.

Si precisa che per partecipare al concorso i candidati devono possedere un indirizzo di
posta elettronica certificata (PEC) personale.

Inoltre, si aggiunge che è possibile presentare domanda di partecipazione per un solo profilo professionale.

BANDO FUNZIONARI MINISTERO DELL’ISTRUZIONE

Gli interessati al concorso per funzionari indetto dal Ministero dell’Istruzione sono invitati a leggere con attenzione il BANDO (Pdf 283 Kb), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami». avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami».

SUCCESSIVE COMUNICAZIONI E COME RESTARE AGGIORNATI

Tutte le successive comunicazioni in merito all’eventuale preselezione, ai diari delle prove d’esame e alle graduatorie finali saranno rese note mediante avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» e pubblicazione su questa piattaforma.