Gli adolescenti in un mare di insicurezze: i social come specchio digitale

L’arte di essere imperfetti

“L’arte da imparare in questa vita non è quella di essere invincibili e perfetti, ma quella di saper essere come si è, invincibilmente fragili e imperfetti”, tratto dal libro “L’arte di essere fragili” Di Alessandro D’Avenia. 

Come può essere l’imperfezione un’arte? Da poeti a scultori, da musicisti a insegnanti di vita, tutti sostengono che la perfezione è destinata a fallire perché la vera arte è imperfetta, proprio come la vita.

Basare un brano sulla nota sbagliata, come fece Ennio Morricone, o scrivere una poesia fatta di rime sbagliate, come fece l’inglese Robert Herrick, o dipingere soggetti con gli occhi vuoti, come faceva Modigliani, è arte.

Noi con le nostre imperfezioni siamo arte. Il coraggio più grande risiede nell’ essere originali, unici, imperfetti.

Immagine corporea e adolescenza: un rapporto difficile

Si vedono brutti, non si piacciono, si guardano allo specchio e trovano soltanto difetti: durante il periodo adolescenziale difficilmente i ragazzi delle scuole pubbliche e private sono soddisfatti del proprio aspetto.

La società in cui viviamo inevitabilmente rischia di alimentare tutto questo: gli adolescenti infatti sono talmente tanto bombardati da modelli incentrati su rigidi canoni di bellezza, che l’asticella della loro autostima tende ad alzarsi e ad abbassarsi in funzione dei like e commenti.

Nelle scuole statali e paritarie gli studenti devono essere aiutati a vedere i loro punti di forza, andando oltre i difetti. In particolare, bisogna promuovere la valorizzazione di sé, cosa che si dovrebbe fare fin da quando sono piccolissimi, per andare al di là dell’estetica, puntando in particolare sugli aspetti caratteriali e sulle risorse individuali, per aiutarli con il tempo a rinforzare l’autostima. Ciò che devono gradualmente acquisire i ragazzi delle scuole pubbliche e private sono gli strumenti necessari per riuscire ad affrontare questa società sempre più competitiva in cui il confronto con gli altri è inevitabile.

Le scuole statali e paritarie devono fornire agli studenti degli strumenti idonei per affrontare questa delicata fase.

L’Istituto Scolastico Paritario Masterform ha infatti attivato uno sportello d’ascolto. 

Condividi

Per maggiori INFO

SONO NOSTRI PARTNER

Siamo qui per te!